Cuocipappa o omogeneizzati industriali?

Il tema dell’alimentazione dei più piccoli, una volta arrivato il momento dello svezzamento, si impone con notevole urgenza. Il passaggio dal latte materno agli alimenti solidi inizia infatti a formare il gusto dei più piccoli e deve essere affrontato con una certa lungimiranza, oltre alla dose di attenzione necessaria in considerazione dell’utente interessato.
Solitamente, i neo genitori sono chiamati a scegliere tra omogeneizzati industriali e cuocipappa. Devono quindi sciogliere preventivamente un quesito: meglio gli uni o l’altro?

Il parere del pediatra

Molti pediatri sono soliti affrontare il tema con molta circospezione, in particolare suggerendo il massimo di attenzione al tipo di pappa che viene proposta al piccolo una volta arrivato il momento dello svezzamento. Proprio per questo non esitano ad indicare nel cuocipappa un dispositivo ottimale, in considerazione del grado di finezza della passata, della sua capacità di non inglobare aria nell’atto di frullare il preparato e il grado di igiene che riesce a offrire il suo omogeneizzatore.
Se gli omogeneizzati in commercio sono di buona qualità, in effetti non potranno mai raggiungere il livello di quelli preparati in casa, i quali sono una vera e propria garanzia contro le coliche che possono colpire i più piccoli nel caso in cui gli alimenti non siano adatti.
In particolare, sugli scaffali delle rivendite e negli e-commerce è possibile reperire cuocipappa che riescono ad assicurare una maggiore finezza del preparato, sino a renderlo perfettamente omogeneo senza pezzi non tritati, quindi perfetto per fare da pasto al neonato nella fase dello svezzamento.

Una notevole varietà

La proposta dei grandi marchi del settore è molto variegata e va dai prodotti entry level, in cui sono presenti solo le funzioni essenziali, a quelli di fascia alta, i quali riescono a garantire un livello tecnologico estremamente elevato e che, di conseguenza, possono costare molto.
Il consiglio che possiamo dare è di guardare con particolare attenzione al marchio, in quanto le aziende più reputate sono in grado di proporre alti standard qualitativi anche nel caso dei prodotti più economici, rappresentando una vera e propria garanzia in tal senso.
Per riuscire a scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze occorre però avere ben chiaro il quadro di partenza e saper dare il giusto valore ad alcuni criteri che fanno preferire un prodotto ad un altro. Il modo migliore per schiarirsi le idee è quello di informarsi al meglio, facendo ricorso ad esempio a questo sito, una rassegna completa ed esaustiva di prodotti e notizie su un settore estremamente effervescente.